Il Merlot del Ticino THE VIEW Lugano

Hotel boutique a
Prenota ora
 
Prenota online
13/11/2019
14/11/2019
1
1
1
2
3
4
0
0
1
2
Il Merlot del Ticino
Indietro

Il clima mediterraneo favorisce la coltivazione dell’uva in Ticino. Il Merlot occupa quasi il 90% della superficie occupata dai vigneti. In Ticino, questa qualità di vino, ispirata alla tradizione francese, ha trovato terreno fertile. Questa regione è divisa in due zone più ampie dal Monte Ceneri. Il Sopraceneri a Nord si estende da Bellinzona al Lago Maggiore, alle tante valli alpine. Il Sottoceneri a sud – con Chiasso, Mendrisio e Lugano – comprende anche la regione di Castel San Pietro e Morbio.

Cenni storici – La storia del vino ha radici profonde in Ticino e trova il periodo di maggiore splendore da fine ‘800 inizio ‘900.

Curiosità – Si crede che le origini del nome nome «Merlot», derivino da «merlo» per la somiglianza del colore dell’acino maturo al colore delle piume dell’uccello.

Maturazione e vinificazione – La maturazione dei grappoli avviene verso la fine di settembre. Il loro colore si aggira intorno al bluastro tendente al nero. Gli acini sono medio piccoli e abbastanza sferici. Le uve che subiscono il processo di vinificazione, hanno un colore che ricorda il rubino intenso. Le note finali sono di edera, con sentori di bosco. Il suo sapore è secco, con un retrogusto amarostico e molto piacevole al palato. Le botti di rovere si prestano bene alla sua maturazione e l’invecchiamento richiede dai quattro ai sei anni.

Il merlot a tavola – Grigliate, formaggi stagionati e semistagionati sono i cibi che sposano alla perfezione questo fantastico vino. La temperatura ideale per servirlo si aggira attorno ai sedici gradi.

Un brindisi in un calice grande è la scelta giusta che esalta tutte le sue qualità, specie se degustato in una delle prestigiose cantine locali. Ecco alcuni link dove trovare spunti interessanti per un’esperienza gustativa made in Lugano:

VINI E CANTINE TICINESI 
VISITA ALLE CANTINE

Scopri di più